Invitalia ha pubblicato un bando del valore di 50 milioni di euro per rimborsare, al 100%, alle imprese (di qualunque dimensione) l’acquisto delle seguenti tipologie di dispositivi di protezione individuale (DPI):

  • Mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  • Guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  • Dispositivi per protezione oculare;
  • Indumenti di protezione, quali tute e/o camici;
  • Calzari e/o sovrascarpe;
  • Cuffie e/o copricapi;
  • Dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  • Detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.
Ciascuna impresa deve aver speso almeno 500€, dal 17 marzo 2020, e per tale spesa deve essere in possesso della fattura e deve aver effettuato un pagamento tracciabile (come il bonifico bancario).

Ogni azienda può richiedere il rimborso nel limite massimo di 500€ per ciascun addetto, a cui sono destinati i DPI e, comunque, fino a un importo massimo per impresa di 150.000€. A tal fine, le imprese sono tenute a dichiarare, nella domanda di rimborso, il numero degli addetti a cui è riferibile l’acquisto di DPI.

PRESENTA CON NOI LA DOMANDA PER IL BANDO INVITALIA PER L’ACQUISTO DI MASCHERINE E DPI

Sarà possibile presentare domanda dalle ore 9 del 11 maggio 2020 e la CLAAI, come sempre, è a disposizione delle imprese per la presentazione delle domande, 

L’accesso ai fondi sarà approvato in base all’ordine di arrivo delle domande e, per questo motivo, tutte le imprese interessate dovranno farci pervenire quanto prima la seguente documentazione:

  • Codice fiscale dell’impresa;
  • Codice fiscale del legale rappresentante, ovvero del titolare dell’impresa o della persona giuridica, in caso di impresa amministrata da soggetti diversi dalle persone fisiche;
  • fattura dell’acquisto dei dispositivi di protezione individuale per i quale si richiede il rimborso.
Gli interessati al bando Invitalia per il rimborso dei DPI acquistati, possono chiamare al numero 0823356661  o scrivere all’indirizzo e-mail claaicaserta@gmail.com